PROSPETTO INFORMATIVO E REGOLAMENTO DELL’AUTOSTAZIONE

PROSPETTO INFORMATIVO

 E

REGOLAMENTO DELL’AUTOSTAZIONE

Aggiornato al 10 febbraio 2019

 

INDICE

 

  1. INFORMAZIONI SULL’INFRASTRUTTURA 
  2. NORME GENERALI 

    Art. 1 – Utilizzo della stazione autolinee Tiburtina di Roma 

    Art. 2 – Controversie 

    Art. 3 – Pedaggi 

    Art. 4 – Obblighi e sanzioni 

    Art. 5 – Informazioni al pubblico

  3. DISCIPLINA DEL MOVIMENTO VEICOLI 

    Art. 6 – Norme di circolazione 

    Art. 7 – Accesso all’autostazione ed assegnazione degli stalli 

    Art. 8 – Tempi di accesso e sosta 

    Art. 9 – Orari partenze 

    Art. 10 – Lunga  sosta e manutenzione 

  4.  NORME PER IL PUBBLICO 

    Art. 11 – Accesso all’autostazione 

    Art. 12 – Accesso per le persone a mobilità ridotta 

    Art. 13 – Sicurezza 

    Art. 14 – Percorsi pedonali 

    Art. 15 – Comportamento 

    Art. 16 – DanniArt. 17 – Altre attività e serviziArt. 18 – Esposizione

    Art. 19 – Bagagli

  5. SERVIZI DI BIGLIETTERIA ED INFORMAZIONE 

    Art. 20 – Acquisto titoli di viaggio 

    Art. 21 – Princìpi fondamentali 

    Art. 22 – Sicurezza 

    Art. 23 – Quadri orariArt. 24 – Informazione 

  6. REGISTRI E VIGILANZA 

    Art. 25 – Registrazioni

 

Allegato 1 – Richiesta di accesso

Allegato 2 – Modulo comunicazione variazioni

Allegato 3 – Schema contratto di utilizzo

Allegato 4 – Sistema tariffario

PROSPETTO INFORMATIVO
E
REGOLAMENTO
AUTOSTAZIONE TIBUS

 

 A.    INFORMAZIONI SULL’INFRASTRUTTURA

            Il presente documento è redatto in conformità alle indicazioni della deliberazione dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti n. 56/2018.
L’Autostazione Tiburtina Bus è localizzata nel Comune di Roma al Largo Guido Mazzoni.

L’Autostazione è attualmente gestita dalla società Tiburtina Bus S.r.l. (o più brevemente Tibus) che ne ha curato la realizzazione in forza di concessione dell’area rilasciata dal Comune di Roma.
La struttura occupa un’area pari a circa 8.000 metri quadrati e si compone di una palazzina uffici, dalle pensiline di fermata e dal piazzale di manovra con n. 19 stalli utilizzati per le partenze e altri 3 stalli utilizzati per gli arrivi degli autobus.
Nell’area dell’Autostazione sono rinvenibili, inoltre:

  • 5 box commerciali in corrispondenza degli stalli di fermata, utilizzati per la vendita dei titoli di viaggio;
  • 4 locali commerciali in corrispondenza degli stalli di fermata a servizio dell’utenza (Bar, Edicola, Tabacchi, Ristorazione);
  • servizi igienici;

L’Autostazione è sita in un’area che costituisce un centro nevralgico ed un nodo di scambio intermodale a servizio della mobilità pubblica; distano circa 100 metri la stazione della metropolitana “Tiburtina” (Linea B) e la stazione ferroviaria Tiburtina che serve, oltre i treni regionali e la linea che collega l’Aeroporto di Fiumicino, anche i servizi di Alta Velocità.
Adiacente l’Autostazione insiste un’area che serve alcuni capolinea del servizio pubblico extraurbano gestito dall’azienda Cotral, nonché alcuni capolinea/fermate del servizio pubblico urbano gestito da ATAC.
            In ultimo, nei pressi dell’ingresso pedonale all’autostazione insiste una stazione TAXI.

 

B. NORME GENERALI

 Art. 1 – Utilizzo della stazione autolinee Tiburtina di Roma

Tutte le imprese esercenti autolinee internazionali, nazionali ed interregionali con capolinea o transito in Roma, possono richiedere di accedere all’Autostazione per la localizzazione di una fermata o di un capolinea.
Con la richiesta di accesso al Terminal – formulata secondo le modalità di cui al successivo art. 7 – l’utente-vettore dichiara di conoscere il presente Prospetto Informativo e Regolamento e di accettarne le condizioni. In caso di accettazione della richiesta il vettore provvederà a stipulare con la società Tibus, un contratto di utilizzo (secondo lo Schema allegato n. 3) avente ad oggetto la messa a disposizione e conseguentemente l’uso e l’occupazione di un posto bus secondo le tariffe in vigore e alle condizioni generali del presente regolamento.
I vettori, per usufruire dei servizi dell’Autostazione, dovranno compilare la modulistica relativa all’anagrafica aziendale e alle schede servizio richiesto ed inoltrarle secondo le indicazioni di cui all’art. 7 del presente regolamento.
E’ altresì consentito di richiedere accesso all’Autostazione, alle medesime condizioni di cui al presente Prospetto Informativo, alle imprese esercenti servizi di trasporto di linea non ricadenti tra le autolinee internazionali. nazionali ed interregionali.
Soltanto ove residui disponibilità di stalli e senza che ciò possa arrecare condizioni di saturazione dell’infrastruttura,  possono essere ammessi dalla Direzione dell’Autostazione accessi anche di autobus non in servizio di linea che ne facciano richiesta.
Tutti i vettori sono tenuti a rispettare, e a far rispettare alla propria clientela, il presente regolamento.

Art. 2 – Controversie          

In ordine a qualsiasi controversia tra il gestore ed il vettore è competente il Foro di Roma

Art. 3 – Pedaggi

Sono tenuti al pagamento di un pedaggio tutti gli autobus in arrivo e partenza previsti negli orari di servizio e ciò anche indipendentemente dalla loro effettiva esecuzione, compresi anche quelli impiegati su corse bis, periodiche od occasionali, autorizzate.
Il pedaggio rappresenta il corrispettivo per il diritto d’uso del piazzale arrivi e partenze dell’Autostazione, di prenotazione degli stalli e dei relativi accessi per i viaggiatori, con esclusione dell’uso del piazzale per il parcheggio degli autobus e di ogni altro servizio accessorio.
Il sistema tariffario e le sue modalità di applicazione, sia per le finalità di cui ai commi precedenti, che per l’utilizzo dei servizi accessori, nonché le sanzioni da irrogare ai vettori per le violazioni del presente regolamento, sono pubblicati a cura di Tibus sul sito internet della società. E’ facoltà della società Tibus di variare, in ogni momento, il sistema tariffario e le condizioni di applicazione delle tariffe, con un preavviso a tutti i vettori di almeno 30 giorni dall’entrata in vigore delle nuove tariffe.
I vettori sono obbligati ad applicare le modifiche apportate al sistema tariffario.
Tibus si riserva di applicare condizioni tariffarie più favorevoli per gli accessi dei vettori gerenti servizi di trasporto soggetti ad obblighi di servizio pubblico, compatibilmente con
l’equilibrio economico della gestione e la disponibilità degli stalli.

Art. 4 – Obblighi e sanzioni

I vettori, e tutti i clienti dell’autostazione, sono tenuti ad osservare rigorosamente il presente Regolamento e ad attenersi alle disposizioni impartite dalla Direzione.
La Direzione ha il compito, avvalendosi di propri addetti al controllo e alla vigilanza dell’autostazione, nonché dei sistemi a tal fine installati e nel rispetto delle disposizioni vigenti, di verificare ed assicurare l’osservanza delle norme prescritte. Le irregolarità saranno sanzionate direttamente se attengono alla propria competenza. Saranno invece segnalate per competenza agli Enti responsabili, in tutti gli altri casi.
Per la constatazione delle infrazioni e per l’emissione dei relativi verbali si applicano le norme di cui al DPR 753/80 e successive modificazioni ed integrazioni, nonché per quanto riguarda le sanzioni amministrative, le Leggi ed i Regolamenti emanati dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma.
Per la regolamentazione di situazioni urgenti e non previste dal presente Regolamento, la Direzione emanerà apposite “Disposizioni di Servizio” da trasmettersi tempestivamente agli interessati e da conservare in copia in apposita raccolta, progressivamente datate e numerate.
Ogni comunicazione da parte  dei vettori effettuata all’interno dell’Autostazione, (ad es. esposizione di orari, variazione di percorsi, comunicazioni all’utenza ecc.) – salvo che per gli spazi espressamente dedicati e concessi in utilizzo con apposito accordo e/o contratto con il gestore dell’Autostazione – deve essere preventivamente autorizzata. Analogo obbligo vale per gli esercenti o gestori di eventuali altre attività economiche autorizzate all’interno dell’Autostazione.
I vettori sono responsabili dei danni arrecati agli arredi, beni mobili e immobili e/o impianti dell’Autostazione. Tibus non risponde dei danni arrecati da terzi ai veicoli fermi o in movimento all’interno dell’Autostazione.
I conducenti e i vettori, secondo le disposizioni vigenti, sono responsabili per danni eventualmente arrecati alle persone e alle cose, durante la manovra di arrivo e partenza, fatta salva ogni prova contraria.
Nonché le sanzioni da irrogare per coloro che contravvengono alle norme generali sulla circolazione e/o quelle definite nel presente regolamento.

Art. 5 – Informazioni al pubblico

A cura della Tibus, orari di arrivi e partenze relativi alle autolinee facenti capo all’Autostazione saranno esposti al pubblico mediante appositi monitors, tabelle o altri sistemi adeguati di informazione.
L’informazione riguarderà la destinazione, il nominativo del vettore (visualizzabile anche in formato compresso), la numerazione dello stallo assegnato e tutte le informazioni utili all’utenza possibili. Altre informazioni al pubblico da parte del vettore possono essere convenute con la Direzione medesima.
Le biglietterie devono assicurare un adeguato servizio di informazione al pubblico per quanto di specifica competenza (orari, status delle corse, disponibilità di posti, servizi particolari, stalli di partenza, ecc.).
Gli arrivi e partenze debbono avvenire nel pieno rispetto degli orari programmati. Eventuali anticipi o ritardi, superiori ai 10 minuti, devono essere comunicati preventivamente alla Direzione. Ogni violazione o pregiudizio dei diritti dei passeggeri imputabile al vettore secondo le disposizioni vigenti, resta in ogni caso a suo carico.

 

C. DISCIPLINA DEL MOVIMENTO DEI VEICOLI

Art. 6 – Norme di circolazione

La circolazione interna all’autostazione è consentita solo ed esclusivamente agli autobus autorizzati. Mezzi di servizio, autovetture private e taxi potranno essere ammessi, nel totale rispetto delle norme di sicurezza, se preventivamente autorizzati dalla Direzione.
All’interno dell’autostazione tutti gli autobus autorizzati debbono rispettare le norme generali e particolari di circolazione, ivi comprese le indicazioni della segnaletica presente.
L’ingresso, l’uscita, la circolazione e la sosta nell’ambito dell’autostazione sono disciplinati dalle disposizioni emanante dalla Direzione, anche a mezzo di strumenti elettronici ed altre tecnologie.
I comportamenti difformi da quanto disposto nel presente articolo potranno comportare la rimozione dei veicoli che costituiscono pericolo o intralcio per la circolazione. E’ in ogni caso esclusa per tutti i veicoli la lunga sosta.
La velocità massima dei veicoli non dovrà superare i 10 Km/h per l’area in ingresso all’autostazione, che poi diventeranno 5 Km/h per tutta l’area interna (anche ove non espressamente segnalato). È assolutamente vietato e sanzionato l’uso di segnalatori acustici, fatti salvi i casi di emergenza.
I veicoli in sosta, sia in arrivo che in partenza, devono tassativamente spegnere i motori per riaccenderli soltanto in occasione della ripartenza. In base ai dettami dell’art. 157 co. 3 e 7 bis del CdS il veicolo in sosta deve avere il motore spento; in particolare è “fatto divieto di tenere il motore acceso, durante la sosta del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l’impianto di condizionamento d’aria nel veicolo stesso”.

Art. 7 – Accesso all’autostazione ed assegnazione degli stalli

L’accesso all’autostazione è consentito agli aventi diritto in condizioni di parità e secondo criteri di equità e non discriminazione, nei limiti di capacità dell’infrastruttura.
L’accesso potrà avvenire solo dopo la presentazione di apposita richiesta da parte del vettore e l’accettazione da parte della Direzione.
Tibus potrà rifiutare la richiesta di accesso nei confronti dei vettori che abbiano maturato un ritardo nel pagamento della tariffa superiore a 30 giorni; ove tale condizione si verifichi nei confronti di un vettore che ha già ottenuto l’autorizzazione all’accesso, Tibus potrà revocarla.
Sarà cura del vettore richiedere (su modulistica predisposta secondo l’allegato n. 1) la prenotazione almeno 20 giorni precedenti alla data di inizio del servizio.
Unitamente alla modulistica predisposta e compilata è condizione necessaria, per ottenere l’autorizzazione all’accesso, produrre in copia il titolo rilasciato dalla competente autorità amministrativa che autorizzi l’esercizio della linea.
Dopo la verifica della documentazione, la Direzione assegnerà gli stalli, secondo disponibilità, ed invierà al vettore comunicazione dell’avvenuta prenotazione.
I conducenti dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazioni ricevute agli stalli assegnati ed agli orari di ingresso/uscita autorizzati.
Dovranno essere altresì comunicati alla Direzione, per iscritto su modulistica predisposta (allegato n. 2), l’elenco delle targhe degli autobus impiegati nel servizio e tutte le notizie e variazioni di esercizio (percorso, orari, prescrizioni, sospensioni, autorizzazioni, ecc.) riguardanti le autolinee asserite almeno 20 giorni prima della loro entrata in vigore e comunque con congruo anticipo tale da non creare difficoltà per l’utenza. Le variazioni di esercizio dovranno essere in ogni caso autorizzate preventivamente dall’autorità amministrativa competente tramite il rilascio di autorizzazione che dovrà essere presentata unitamente alla modulistica compilata.
In corso di esercizio, la Direzione provvederà alla verifica della corrispondenza degli orari autorizzati con gli orari effettivi di esercizio contenuti nelle autorizzazioni rilasciate dalle competenti autorità (Ministero dei Trasporti, Regioni, Province).
Nel caso in cui fossero riscontrate anomalie si provvederà alla segnalazione alle competenti autorità e all’applicazione delle sanzioni.

Art. 8 – Tempi di accesso e sosta

Gli autobus autorizzati possono accedere all’Autostazione per le operazioni di carico e scarico passeggeri. Per le operazioni di carico gli autobus potranno presentarsi all’ingresso non prima di 20 minuti precedenti all’orario di partenza dichiarato ed, una volta posizionati nello stallo assegnato, avranno 5 minuti per uscire dall’autostazione (una volta superato l’orario di partenza dichiarato). Ogni anticipo o ritardo rispetto ai tempi autorizzati potrà non essere concesso (nei limiti delle esigenze di servizio) e sarà comunque a titolo oneroso per il vettore.
Per le operazioni di scarico passeggeri il tempo di sosta massimo consentito è quello strettamente necessario alle operazioni di scarico dei viaggiatori e dei bagagli, tale tempo non potrà comunque superare i 10 minuti.
Per condizioni particolari ed a seguito di una richiesta del vettore, potranno essere autorizzati tempi di sosta maggiori (nei limiti delle disponibilità degli spazi già prenotati). Tale estensione sarà sempre a titolo oneroso per il vettore.
Gli autobus impossibilitati al movimento per guasti meccanici o altre avarie devono essere spostati a cura dei proprietari al di fuori dell’Autostazione. L’eventuale periodo di giacenza in stazione verrà tariffata.
In caso di inefficienza degli impianti di segnalazione ed accesso i conducenti dovranno usare particolare cautela ed attenersi scrupolosamente alle disposizioni impartite dalla Direzione dell’autostazione.
Accessi in difformità (ritardi, disdette, ecc.) dovranno essere comunicati tempestivamente e verranno gestiti direttamente dalla sala operativa della stazione. A seguito di ciò la Direzione non garantisce la possibilità di accesso in stazione per indisponibilità degli spazi disponibili.

Art. 9 – Orari partenze

Le partenze devono essere effettuate secondo gli orari programmati.
L’orario ufficiale è determinato dagli orologi installati nell’Autostazione.
Eventuali anticipi o ritardi dovranno essere comunicati alla sala operativa dell’autostazione al fine di dare opportuna comunicazione e assistenza  agli utenti, fermo restando obblighi e responsabilità in capo ai vettori, secondo le disposizioni vigenti.
La mancata comunicazione dei ritardi esonera Tibus da qualsiasi responsabilità.

Art. 10 – Lunga sosta e manutenzione

Nelle aree di pertinenza di Tibus non è prevista la lunga sosta.
Le eventuali convenzioni che verranno sottoscritte dalla Tibus con soggetti idonei a garantire la lunga sosta per i veicoli e la piccola manutenzione, nonché altre facilitazioni, verranno portate a conoscenza  dei vettori, unitamente alle condizioni economiche applicate.
E’ espressamente vietato ogni intervento sugli autobus all’interno dell’autostazione, salvo le riparazioni di emergenza.

 

D. NORME PER IL PUBBLICO

Art. 11 – Accesso all’autostazione

L’accesso all’autostazione è permesso ai viaggiatori muniti di titolo di viaggio. E’ consentito l’accesso agli accompagnatori dei viaggiatori per il tempo strettamente necessario all’arrivo o alla partenza. È permesso l’accesso al pubblico interessato agli esercizi commerciali presenti in Autostazione.
È severamente vietato agli utenti ed accompagnatori attraversare il piazzale della stazione. utenti Utenti e accompagnatori dovranno scendere dai marciapiedi mediante l’utilizzo degli appositi passaggi pedonali segnalati ed evitando l’attraversamento delle aree riservate alla circolazione dei veicoli. Ogni trasgressione esonera la società di gestione da qualsiasi tipo di responsabilità. Per esigenze particolari, prima di effettuare qualunque operazione potenzialmente pericolosa, ci si deve rivolgere alla Sala Operativa di stazione o al personale presente in piazzale il quale potrà fornire tutta la necessaria assistenza.
Solo al personale delle imprese di trasporto è consentito l’accesso ai piazzali ed alle corsie veicolari, limitatamente allo spazio ed al tempo strettamente necessario per le operazioni intorno ai rispettivi veicoli e nel rispetto delle norme poste dalla Direzione.
All’interno dell’autostazione è vietato l’accattonaggio a qualunque titolo.
Sono vietate, se non preventivamente autorizzate, attività quali la distribuzione di materiale pubblicitario o avvisi di qualunque genere, anche se attinenti all’attività di trasporto esercitata, nonché la vendita di cose in luoghi diversi da quelli espressamente autorizzati o dedicati.
Ogni persona, all’interno dell’Autostazione, dovrà mantenere un comportamento rispettoso e non lesivo della dignità propria e di altri. Non sono ammessi (se non autorizzati dalla Direzione) comizi, manifestazioni, disturbo delle quiete e qualunque forma di esibizione (anche artistica).
Le persone che contravvengano a tali obblighi possono essere allontanate dalla stazione e/o denunciate anche se in possesso di titolo di viaggio che, nei casi più gravi, può essere annullato e  dichiarato non rimborsabile.
E’, infine, vietata l’offerta e la trattativa, da parte di chicchessia, di servizi di noleggio di autobus, come anche la pubblicità e la propaganda in qualsiasi forma (se non preventivamente autorizzata). Eventuali deroghe sulle forme di pubblicità sono autorizzate dal Consiglio di Amministrazione della Tibus, e sempre in condizioni di parità e non discriminazione.

Art. 12 – Accesso per le persone a mobilità ridotta (PRM)

Tibus garantisce l’accesso all’Autostazione alle persone a mobilità ridotta.
Le aree dell’Autostazione, l’accesso agli stalli e ai locali commerciali sono  privi di barriere architettoniche e dotati di appositi scivoli per consentire l’accesso alle PMR.
Al fine di agevolare l’utilizzo degli autobus che accedono all’Autostazione, è disponibile, su prenotazione, il servizio gratuito di assistenza per i passeggeri con disabilità e a ridotta mobilità (PRM) da effettuarsi secondo le modalità indicate nel sito internet della società Tibus. Il servizio viene offerto da Tibus in un’ottica di miglioramento continuo, per soddisfare in modo sempre più efficace alle esigenze dei viaggiatori a cui è rivolto.

Art. 13 – Sicurezza

A servizio degli utenti/viaggiatori sono previsti   degli spazi delimitati e illuminati per l’attesa, la salita e la discesa dagli autobus, facilmente fruibili e idoneamente segnalati.
Il terminal (area manovra, area stalli, area attesa ed area di accesso) è videosorvegliato h24 a mezzo di videocamere TVCC di proprietà della Tibus a registrazione continua nelle 24 ore. La videosorveglianza garantisce la copertura delle aree di stazione e delle aree esterne al terminal nonché la fornitura delle immagini eventualmente richieste dalle Forze dell’Ordine.
La sicurezza è garantita altresì dalla presenza del servizio di vigilanza armata con la presenza di almeno una Guardia Giurata armata 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con previsione di aumento fino a 5 unità GPG contemporaneamente, in particolari giornate della settimana e dell’anno.
E’ inoltre attivo il servizio di Sala Operativa con personale di controllo addetto sia alla movimentazione dei pullman che alla salvaguardia della sicurezza.
In Autostazione, il personale addetto, controlla i bagagli abbandonati e provvede alla loro messa in sicurezza; così come provvede alla gestione dei bagagli smarriti, con registrazione del bagaglio e loro destinazione, allorché sia superato un ragionevole periodo di tempo senza richiesta.
Chiunque ravvisi una situazione di emergenza o comunque di pericolo per il verificarsi di un qualsiasi evento incidentale dal quale possano derivare danni alle persone, agli impianti o all’ambiente è invitato a darne immediata comunicazione seguendo la procedura di emergenza esposta in autostazione su appositi cartelli.
E’ fatto obbligo, in casi di emergenza, di ottemperare alle disposizioni che verranno impartite dall’Attivatore dell’Emergenza e/o dalle altre Autorità ad esso subentrate nella gestione dell’emergenza.

Art. 14 – Percorsi Pedonali

L’Autostazione è fornita di apposita segnalazione orizzontale e verticale di riferimento per i   percorsi pedonali. E’ obbligo tassativo rispettarli.
E’ severamente vietato l’attraversamento del piazzale di manovra degli autobus.

Art. 15 – Comportamento              

Gli  utenti   sono    tenuti   ad assumere un comportamento adeguato e decoroso , nel rispetto delle regole civili ed igieniche.
Gli utenti sono tenuti a servirsi dei cestini portarifiuti, all’uso dei servizi igienici, a stazionare   non      sporcando, rispettando il divieto di fumare ove previsto.      
Il gestore assicura la pulizia dell’area e dei servizi con cadenza giornaliera.

Art. 16 – Danni

Chiunque deturpi o danneggi l’autostazione ed i suoi arredi ed impianti è assoggettato al pagamento del relativo indennizzo, fatti salvi eventuali fatti di rilevanza penale.

Art. 17 – Altre attività e servizi

All’interno dell’Autostazione, sono presenti esercizi commerciali e servizi volti alla qualificazione dell’accoglienza ai viaggiatori.
Per garantire il regolare funzionamento dei servizi, ogni attività (commerciale e non) deve essere svolta esclusivamente nei locali a ciò appositamente adibiti, salvo diversa e motivata autorizzazione della Direzione.
E’ fatto divieto di esporre e distribuire all’interno dell’Autostazione avvisi, insegne cartelloni pubblicitari, di propaganda e simili non autorizzati. Questi, se posti, potranno essere rimossi a cura della Direzione ed a spese del trasgressore. Le insegne luminose da apporre in prossimità dell’esercizio commerciale, verranno realizzate dalla Società di Gestione (a carico degli utenti).
Gli oggetti smarriti e rinvenuti all’interno dell‘Autostazione verranno registrati in un apposito registro e saranno tenuti in giacenza per 60 giorni. Trascorso tale periodo potranno essere consegnati all’ufficio oggetti smarriti del Comune di Roma, ad organizzazioni no-profit che ne faranno richiesta o distrutti. Fanno eccezione documenti personali, materiali pericolosi e tutti quegli oggetti che necessitano di trattamento e attenzioni  particolari (prodotti medici, nocivi per la salute, contenenti dati personali soggetti al Regolamento U.E. 679/2016, ecc.).
In ogni caso, la società di gestione dell’Autostazione non risponde della custodia dei bagagli e degli effetti personali degli utenti e non potrà essere chiamata a rispondere dei danni subiti dagli stessi.
Presso gli uffici della Direzione è istituito un Registro dei Reclami sul quale annotare segnalazioni e/o osservazioni. Entro i 30 giorni successivi la Direzione provvederà a fornire spiegazioni al reclamante.

Art. 18 – Esposizione

Il presente regolamento è pubblicato sul sito internet della società Tibus e verrà inviato a  tutti i vettori che avranno diritto di accesso all’autostazione, i quali, ne attestano la conoscenza e accettazione al momento della presentazione della richiesta di accesso e – se già autorizzati – dal momento del ricevimento, anche telematico. Un estratto (relativamente alle norme per il pubblico) verrà affisso in modo visibile all’interno della stazione.

Art. 19 – Bagagli

I bagagli dei viaggiatori devono essere portati presso gli stalli non prima di 20 minuti e non meno di 5 minuti dall’orario di partenza previsto. Quelli in arrivo debbono essere rimossi entro i 10 minuti successivi. E’ fatto divieto a viaggiatori ed accompagnatori di lasciare i bagagli incustoditi (neppure per brevi periodi).

All’interno dell’Autostazione potrà essere predisposto un servizio di deposito bagagli e colli direttamente dalla Società Tibus o tramite convenzione con terzi, con espressa comunicazione delle condizioni tariffarie.

E’ fatto assoluto divieto di condurre nell’area dell’Autostazione merci pericolose, armi (se non nei casi previsti dalla legge) ed animali pericolosi. La Direzione potrà provvedere ad un sequestro cautelativo della merce in attesa delle indicazioni fornite dalle autorità
competenti.

 

E. SERVIZI DI BIGLIETTERIA ED INFORMAZIONE

Art. 20 – Acquisto titoli di viaggio

I titoli di viaggio possono essere acquistati all’interno dell’Autostazione, ove previsto e consentito dai vettori interessati.
I vettori interessati hanno la possibilità, previa autorizzazione della Tibus, con modalità allo scopo definite, di effettuare la vendita dei propri titoli di viaggio all’interno dell’Autostazione, nei locali appositamente individuati e secondo disponibilità, in condizioni di parità e non discriminazione.
Tibus ha piena facoltà di affidare la gestione dei servizi di biglietteria a soggetti diversi dalla società di gestione dell’Autostazione; tali soggetti sono in ogni caso tenuti al rispetto dei principi di non discriminazione ed imparzialità e sono direttamente responsabili di eventuali violazioni commesse nei confronti dei vettori o degli utenti.

Art. 21 – Princìpi fondamentali

Il servizio di biglietteria, i servizi informativi, l’utilizzo degli spazi commerciali in favore dei vettori – in qualsiasi forma gestiti – si ispirano ai princìpi di Uguaglianza e Imparzialità, Trasparenza e Lealtà, Continuità, Efficienza, Cortesia e Disponibilità, Rispetto della Concorrenza.
Tali servizi,  vengono forniti indistintamente a tutti i  vettori e gli utenti, a condizioni di accesso equo e non discriminatorio, nei limiti di disponibilità dell’infrastruttura.
Tutti i viaggiatori hanno diritto ad essere informati circa i servizi offerti all’interno dell’Autostazione. I vettori e i gestori responsabili dei servizi di biglietteria si impegnano a garantire all’utenza una comunicazione chiara e comprensibile sui servizi offerti.
In caso di violazioni dei principi fondamentali di cui al presente articolo, ove affidati a soggetti terzi, Tibus avrà titolo ad irrogare ai responsabili delle violazioni, una sanzione pecuniaria pari ad euro 500 (cinquecento) per ogni violazione. Tibus, inoltre, avrà diritto di addebitare ai responsabili delle violazioni di cui al presente articolo, ogni eventuale somma liquidata a titolo di ammenda, sanzione o multa irrogata dalle autorità competenti, nonché esigere dai medesimi il rimborso delle somme erogate a titolo di risarcimento e/o ogni diverso pregiudizio economico.

Art. 22 – Sicurezza

Le biglietterie operanti all’interno dell’Autostazione dovranno dotarsi di tutti i sistemi di protezione (attivi e passivi) in modo da ridurre al minimo la pericolosità per se stessi e per tutti i presenti in autostazione.
Le biglietterie sono tenute ad avvisare la Direzione con tempestività per fatti accaduti o particolari esigenze legate al loro servizio. La Direzione manterrà opportuni livelli di riservatezza per le informazioni ricevute.

Art. 23 – Quadri orari

Sono a carico delle singole biglietterie la creazione e l’apposizione (in spazi indicati dalla Direzione) di quadri orari che riportino gli orari aggiornati di partenze delle singole corse, il nome del vettore, la destinazione, la biglietteria che effettua la vendita dei titoli di viaggio e quant’altro (in accordo con la Direzione) possa essere ritenuto di interesse per l’intelligibilità al pubblico ed il rispetto delle condizioni di concorrenza.

Art. 24 – Informazione

Le biglietterie e debbono assicurare un servizio di informazione al pubblico per quanto di specifica competenza (orari, status delle corse, disponibilità di posti, servizi particolari, stalli di partenza ecc.).

 

F. REGISTRI E VIGILANZA

Art. 25 – Registrazioni

A cura della Società Tibus sono istituiti e tenuti aggiornati i seguenti registri (in forma cartacea o elettronica):

  1. Il Registro giornaliero degli arrivi e partenze prenotate ed effettuate, contenente l’elencazione di tutte le corse soggette a pedaggio;
  2. Il Registro dei Reclami, come previsto nel precedente art. 16;
  3. Il Registro degli Oggetti Smarriti, come previsto nel precedente art. 16;

 

TIBURTINA BUS SRL

Riproduzione vietata

 

 

 

Accessibility